Gruppo Astrofili Volontari Ingauni


...io questo ciel che sì benigno
appare in vista, a salutar m'affaccio...

La sera del dì di festa (Giacomo Leopardi)


PESCE AUSTRALE




Pesce Australe


E' una delle poche costellazioni meridionali molto antiche e la sua esistenza è legata, oltre che alla forma (che ricorda quella di un pesce) sia alla presenza del soprastante Acquario che alla sua stella Fomalhaut.
Il nome di quest'ultima deriva dall’arabo e significa “la bocca del pesce”, (ma era anche chiamata Difda, la prima rana, nonché la "Solitaria", dato che si trova in una regione di cielo piuttosto povera di stelle).
Ricordiamo che Fomalhaut, con Regolo, Aldebaran ed Antares, era considerata una delle quattro stelle regali del cielo, le quali dividevano grossolanamente il cielo in quattro parti: i Persiani (2500 a.C.) le consideravano i guardiani del cielo ed in particolare dei solstizi e degli equinozi: Fomalhaut si trovava, a quell'epoca, in vicinanza del solstizio invernale.

Il mito del Pesce Australe è legato a quello dell'Acquario, che simboleggia l'acqua del diluvio che Zeus mandò sulla terra per distruggere il genere umano, quest'acqua è diretta verso la bocca del Pesce Australe.

Secondo una leggenda Siriana, invece, la dea Derceto, caduta in un lago, venne portata in salvo da un grosso pesce. Come ricompensa per il suo gesto, la dea pose il pesce tra le stelle.

Il Pesce Australe è stato privato della coda da LaCaille per creare la piccola costellazione del Microscopio.


 

Perseo                                                                                                                  Pesci
     Le nostre rubriche:

Il cielo del meseAstrofotografiaCostellazioniMitoOggetti Messier

    Utilities:

LinkDownloadGlossarioAlfabeto grecoIl mercatino
Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2009
Cod. fiscale 90042010091 — Sede: Regione Isolabella n° 5, 17031 Albenga (SV)
Sede operativa: Comune di Caprauna (CN) - Località Arma
e-mail: infotiscali@astrogavi.it