Gruppo Astrofili Volontari Ingauni


...io questo ciel che sì benigno
appare in vista, a salutar m'affaccio...

La sera del dì di festa (Giacomo Leopardi)


LEONE




Leone


Secondo la tradizione greco-romana il leone fu posto in cielo da Zeus in quanto reputato il re degli animali. Altri mitografi sostengono che la figura del leone sia da accostare al mitico leone di Nemea ucciso da Eracle (Ercole), quale prima delle dodici fatiche che gli consentirono di diventare immortale: un grosso leone, caduto come una meteora dal cielo, minacciava l’intera valle di Nemea e né frecce né spade potevano ferirlo perché aveva la pelle invulnerabile.
Dopo ben 30 giorni di lotta Ercole, per averne ragione, dovette afferrarlo fra le braccia e soffocarlo.
Alcune leggende dicono che Ercole scagliò il leone da dove era venuto, ovvero nel cielo, ove rimane ancora oggi.

In un tentativo di cristianizzare le figure celesti Julius Schiller sostituì la figura del leone con quella dell’apostolo Tommaso.
La più luminosa stella della costellazione è Regolo che letteralmente in latino significa "piccolo re", per gli antichi sumeri era semplicemente "il re" e per gli ebrei è la "stella di David". Durante il medioevo fu spesso indicata come "Cor leonis" in quanto occupa proprio quella posizione all’interno della figura zodiacale. La ß Leonis è detta Denebola derivato dall’arabo "al Dhanab al Asad", la "coda del leone".


 

Idra                                                                                                                  Lepre
     Le nostre rubriche:

Il cielo del meseAstrofotografiaCostellazioniMitoOggetti Messier

    Utilities:

LinkDownloadGlossarioAlfabeto grecoIl mercatino
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2008
Cod. fiscale 90042010091 — Sede: Regione Isolabella n° 5, 17031 Albenga (SV)
Sede operativa: Comune di Caprauna (CN) - Località Arma
e-mail: infotiscali@astrogavi.it