Gruppo Astrofili Volontari Ingauni


...io questo ciel che sì benigno
appare in vista, a salutar m'affaccio...

La sera del dì di festa (Giacomo Leopardi)


DRAGONE




Dragone


Il mito di quest'antica costellazione circumpolare è molto incerto.
Con la coda posta tra i due "carri" e la testa sopra Ercole, questa costellazione è una delle più estese.
La sua storia è legata al mito di Eracle (Ercole) che uccise un drago nel corso dell'undicesima fatica.
Esso era posto a guardia dell'albero dalle mele d'oro che Era aveva avuto in dono dalla Terra, in occasione delle sue nozze con Zeus. In un primo momento la custodia del singolare albero fu affidata alle Esperidi, che però non esitarono a rubare alcuni dei preziosi frutti; esse, allora furono sostituite dal drago Ladone, dalle cento teste.
Per riuscire nella sua fatica, Ercole uccise il mostro con una delle sue frecce, avvelenata nel sangue dell'Idra.
Gli Argonauti, passando da quelle parti poco dopo, trovarono il corpo del dragone ormai inerme, con la coda che, però, ancora si contorceva; le Esperidi piangevano la sua morte. Fu Era a portare l'immagine del suo guardiano alta nel cielo settentrionale.
 

Secondo alcuni sarebbe collegato ad uno dei miti delle costellazioni dell'Orsa Maggiore e dell'Orsa Minore. Secondo una leggenda, infatti, l'Orsa Maggiore rappresenta una ninfa di Creta, Elice, che avrebbe allevato, assieme alla ninfa Cinosura, Zeus bambino. Crono, padre di Zeus, era deciso ad uccidere il figlio, perciò voleva punire le due ninfe che avevano aiutato Zeus. Per evitare ciò, Zeus, trasformò entrambe le ninfe in costellazioni, l'Orsa Maggiore e l'Orsa Minore, assumendo egli stesso la forma del Dragone.

Secondo altre fonti, invece, il Dragone rappresenterebbe il drago che custodiva la sorgente di Ares, presso la quale Cadmo, dopo aver eliminato il drago, fondò la città di Tebe. Per aver ucciso il drago sacro ad Ares, Cadmo lo dovette servire otto anni come schiavo.
Un ulteriore mito dice che il Drago venne scagliato in cielo da Minerva, dea della saggezza, durante la battaglia contro i Titani. Qui si avvinghiò al Polo Nord Celeste e si congelò in tale posizione.

Il Drago fu molto importante pure per la tradizione cinese, tanto da diventarne il simbolo nazionale.


 

Delfino                                                                                                                  Ercole
     Le nostre rubriche:

Il cielo del meseAstrofotografiaCostellazioniMitoOggetti Messier

    Utilities:

LinkDownloadGlossarioAlfabeto grecoIl mercatino
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2008
Cod. fiscale 90042010091 — Sede: Regione Isolabella n° 5, 17031 Albenga (SV)
Sede operativa: Comune di Caprauna (CN) - Località Arma
e-mail: infotiscali@astrogavi.it