Gruppo Astrofili Volontari Ingauni


...io questo ciel che sì benigno
appare in vista, a salutar m'affaccio...

La sera del dì di festa (Giacomo Leopardi)


ACQUARIO




Acquario


Questa è una delle più antiche costellazioni. Rappresenta un uomo che tiene in braccio un otre da cui sgorga il Fluvius Aquarii e nell’altra mano regge un bastone o un lembo di manto.

Costellazione zodiacale. Chiamato Hydrochos dai Greci, Aquarius dai Romani, Sakib al-ma dagli Arabi, pur tuttavia questi nomi hanno il medesimo significato, perché in quella parte di cielo si vide un uomo che versa acqua verso la bocca del sottostante Pesce Australe (la cui stella più brillante, Fomalhaut, rappresenta appunto la bocca del pesce). Come poi, proprio in questa zona, si delineasse una siffatta figura è difficile dirlo: il Flammarion ritiene che i popoli abitanti sulle rive del mare raggrupparono qui figure che avevano attinenza con l'acqua (vedi le vicine costellazioni Pesce Australe, Pesci e Balena).
Vari sono i miti greci legati a questa figura. Per alcuni è Cecrope, primo mitico re dell’Attica. Poiché a quel tempo il vino non era ancora stato scoperto i sacrifici agli dei si facevano con l’acqua; per questo motivo sarebbe stato raffigurato nell’atto di versare acqua. Altri associano la figura zodiacale con Deucalione (figlio di Prometeo), che assieme alla moglie Pirra fu risparmiato da Zeus dalla distruzione del mondo. I due, ritenuti i soli uomini giusti meritevoli di salvarsi, si imbarcarono su un’arca simile ad una grande cassa e dopo una navigazione durata nove giorni e nove notti approdarono sui monti della Tessaglia.
Ma la maggior parte delle leggende identificano l’Acquario con Ganimede.

Ganimede, figlio di Troo e Calliroe, e custode dei greggi paterni, era un bellissimo ragazzo di cui si innamorò Zeus. Un giorno Zeus mandò un’aquila a rapirlo, o fu lui stesso in sembianze d’aquila, per condurlo sull’Olimpo dove divenne il coppiere degli dei.


 

                                                                                                                  Altare
     Le nostre rubriche:

Il cielo del meseAstrofotografiaCostellazioniMitoOggetti Messier

    Utilities:

LinkDownloadGlossarioAlfabeto grecoIl mercatino
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2008
Cod. fiscale 90042010091 — Sede: Regione Isolabella n° 5, 17031 Albenga (SV)
Sede operativa: Comune di Caprauna (CN) - Località Arma
e-mail: infotiscali@astrogavi.it